Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo. Ulteriori informazioni

Unioncamere del Veneto


 

Veneto2Mercosur

          

                                              

 

VEN2MER: Un progetto di Unioncamere Veneto per gli imprenditori Veneti nel mondo.

 

Unioncamere del Veneto ela Regionedel Veneto collaborano assiduamente per tutto ciò che riguarda l’informazione, l’approfondimento dei temi economici e lo sviluppo dei rapporti tra le comunità venete all’estero ed il sistema imprenditoriale regionale.

La volontà di valorizzare e rafforzare l’interscambio di informazioni e know how tra il Veneto e i Paesi nei quali sono presenti in misura più consistente comunità di origine veneta, ha portato Unioncamere Veneto all’elaborazione del progetto Veneto2Mercosur (Ven2Mer), cofinanziato dalla Regione Veneto Assessorato ai Flussi Migratori nell’ambito del Programma 2011  e coordinato da Unioncamere del Veneto in collaborazione con il sistema delle Camere di commercio italiane all’Estero e le Associazioni di veneti nel mondo.

Il progetto ha permesso di dimostrare che la rete di relazioni che si può creare tra le persone che appartengono alla medesima comunità e condividono gli stessi valori culturali, può rappresentare un valore aggiunto per il “fare impresa”, verificando che condividendo la cultura, l’internazionalizzazione ne risulta facilitata.

Vento2Mercosur ha offerto a imprenditori veneti e imprenditori di origine veneta operanti nel Mercosur l’occasione di svolgere un periodo di collaborazione della durata da1 a3 mesi rispettivamente presso un’impresa “veneta” in uno degli Stati del Mercosur partecipanti al progetto (Argentina, Brasile, Cile, Paraguay, Uruguay, Venezuela) o presso un’impresa in Veneto.

Nello svolgimento le attività di progetto, Unioncamere del Veneto e le Camere di Commercio italiane all’Estero sono state supportate in alcuni casi dalle Associazioni e dalle Federazioni dei veneti nel mondo che si sono dedicate in particolare alla promozione e diffusione dell’iniziativa.

Gli imprenditori interessati hanno preso contatto con le Organizzazioni intermediarie (CCIE) di riferimento nel paese di residenza, che, hanno provveduto a valutare le candidature e selezionare i partecipanti agli scambi.

Attraverso gli scambi gli imprenditori hanno avuto la possibilità di acquisire nuove competenze in ambito imprenditoriale ed economico, competenze che potranno fungere da volano per l’innovazione di impresa. Infatti, dalle relazioni degli imprenditori è emersa l’intenzione di mantenere i contatti sviluppati durante i loro soggiorni e avviare collaborazioni specifiche.

Sono stati realizzati cinque scambi che hanno coinvolto imprenditori di vari settori: moda, vitivinicoltura, ambiente, vitrinismo e architettura.

Per il settore moda, un’imprenditrice argentina ha visitato un’azienda veneta di produzione e commercializzazione di capi di abbigliamento e accessori per uomo, donna e bambino. La sua permanenza si è prolungata oltre i 3 mesi per darle modo di vedere tutte le fasi in cui si articola l’attività dell’azienda ospitante. Durante questo periodo ha osservato e poi collaborato direttamente con i colleghi veneti, apprendendo come rendere più efficaci le fasi di lavorazione dei  capi, ma anche la gestione amministrativa di una piccola impresa.

Per il settore vitivinicolo, un’imprenditrice argentina ha avuto modo di conoscere il metodo di produzione di un’azienda vitivinicola della provincia di Vicenza, seguendo le fasi di raccolta, di lavorazione e imbottigliamento del vino. Grazie a questa esperienza gli imprenditori hanno avuto modo di confrontarsi sulle loro singole realtà produttive e scambiarsi informazioni e opinioni riguardo i metodi colturali.

Per il settore ambiente un imprenditore veneziano ha trascorso un periodo di circa un mese presso un collega brasiliano per approfondire le possibilità di business in Brasile nel settore dei rifiuti solidi urbani e del riciclo. Il progetto di scambio aveva come obiettivo l’acquisizione di tutte le nozioni e informazioni necessarie per creare un centro di raccolta per il riciclo di rifiuti come plastica-vetro-alluminio-ferro ecc., e ricollocare il materiale trattato ai clienti finali.

Per il settore del vitrinismo un imprenditore vicentino che opera nel visual merchandising e progetta allestimenti per fiere e negozi, si è recato presso un collega in Brasile trasferendo le sue conoscenze nel campo del marketing all’azienda ospitante e ricevendo informazioni puntuali e strategiche riguardo il mercato brasiliano per costruire partenariati e aumentare il flusso d’affari.

Per il settore immobiliare e architettura un architetto veneto ha avuto modo di lavorare a stretto contatto con un collega argentino, approfondendo la propria competenza tecnica e sperimentando l’andamento lavorativo quotidiano all’interno di un'impresa (dalla progettazione alla fase immobiliare, alle relazioni con i clienti, al marketing, alle questioni del personale e gruppi di lavoro, ecc.).

Le relazioni degli imprenditori e il loro manifestato interesse a mantenere i rapporti con gli ospitanti confermano che il Progetto ha avuto un impatto positivo ed è servita ad avvicinare realtà diverse, ma legate dalla medesima identità culturale.

Anche le CCIE nelle loro relazioni hanno manifestato soddisfazione per gli esiti degli scambi e per queste ragioni Unioncamere Veneto ha in programma di ripetere l’esperienza, organizzando degli incontri di affari (B2B) via videoconferenza tra imprenditori veneti e imprenditori di origine veneta nel mondo.

  

Per maggiori informazioni : http://www.globalven.org/