Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo. Ulteriori informazioni

Unioncamere del Veneto


 
Percorso: Homepage / News / Scheda News

Unione dei mercati dei capitali

16 agosto 2016 |  Nuove regole a sostegno degli investimenti e imprenditoria sociale
Logo Unioncamere Veneto delegazione Bruxelles

Bruxelles, 16 agosto 2016- La Commissione europea ha proposto nel mese di luglio alcune modifiche dei regolamenti sui fondi europei per il venture capital (EuVECA) e sui fondi europei per l’imprenditoria sociale (EuSEF), segnando un ulteriore progresso verso la creazione dell’Unione dei mercati dei capitali.

La proposta mira a stimolare gli investimenti in capitale di rischio e progetti sociali e a rendere più semplice l'investimento in piccole e medie imprese innovative e si ricollega anche al piano di investimenti per l’Europa, volto a delineare una strategia globale per ovviare a quella carenza di finanziamenti che frena le potenzialità di crescita dell’Europa e la sua capacità di creare occupazione per i propri cittadini. La Commissione propone di:

  • ampliare la gamma dei gestori ammessi a commercializzare e gestire fondi EuVECA e EuSEF;
  • ampliare le attività ammissibili per gli EuVECA consentendo gli investimenti nelle piccole imprese a media capitalizzazione e nelle PMI quotate sui mercati di crescita per le PMI;
  • ridurre i costi vietando espressamente alle autorità competenti dello Stato membro ospitante d'imporre il pagamento di diritti, semplificando le procedure di registrazione e fissando il capitale minimo che permette di diventare gestore.

 

La Commissione presenta un pacchetto di misure per accelerare la transizione verso la riduzione delle emissioni di carbonio in Europa in tutti i settori dell'economia.
La Commissione europea ha fissato degli obiettivi annuali vincolanti di riduzione delle emissioni Stato per Stato, in funzione del Pil di ognuno, in un arco di tempo compreso tra il 2021 e il 2030. I tagli riguardano i settori non coperti dal mercato europeo dell’anidride carbonica, vale a dire l’edilizia, l’agricoltura, i rifiuti e i trasporti, che nel 2014 rappresentavano il 60% delle emissioni europee. Oltre a questi, per la prima volta sono coinvolti i settori dell’uso del suolo e forestale. Il quadro presentato si basa sui principi di equità e solidarietà, con particolare attenzione verso la prospettiva del costo-efficacia e dell’integrità ambientale.

APPROFONDIMENTI IN RILIEVO
Consulta anche tu l'archivio digitale della Delegazione di Unioncamere del Veneto di Bruxelles al sito http://www.eurosportelloveneto.it/report.asp. Troverai un archivio digitale con tutti i report, organizzati per tematica di riferimento, dei principali approfondimenti (eventi e commissioni parlamentari) eseguiti dalla delegazione di Bruxelles;
Riunione della Commissione INTA - Commercio Internazionale: In data 30 giugno 2016 si è tenuta la riunione della Commissione INTA dedicata allo scambio di opinioni con Cecilia Malmström, commissario per il commercio… maggiori informazioni
Riunione della Commissione IMCO - Mercato Interno e Protezione dei Consumatori: In data 14 luglio 2016 si è tenuta la riunione della Commissione IMCO dedicata alla presentazione a cura della Commissione del Piano d'azione per l'e-government dell'UE 2016-2020 … maggiori informazioni 

ALCUNI DEI PROSSIMI EVENTI IN PROGRAMMA
Il 7 settembre: “Digitising Europe’s Industry: Are we on the right track?” European Parliament, Brussels, room ASP 1G3,  14:00 - 18:00.
Il 24 settembre: “Inclusive Entrepreneurship in Europe: Creating Sustainable Employment and Growth”, Hotel NH Brussels Carrefour de l’Europe, Bruxelles, 9.15-16.30